Mensile dell'
Associazione
Bancaria
Italiana


anno 73
 

Archivio sommari » Bancaria - Gennaio 2020 » High Frequency Trading, un vantaggio o una minaccia?

High Frequency Trading, un vantaggio o una minaccia?

di Michel Dacorogna
Gennaio 2020 - n. 1
Keywords: High Frequency Trading, Financial markets
Jel codes: F10, G10, G12

Dall'avvio nel 1986, l'High Frequency Trading ha raggiunto l'80% degli scambi sui mercati, modificandone profondamente il funzionamento, e pone oggi domande cruciali. Qual è il ruolo dell'Hft per la price discovery, dato che il vero obiettivo pare essere quello di appropriarsi della liquidità, piuttosto che scoprire l'informazione nascosta nei prezzi? Perché la volatilità è aumentata accrescendo lo spread effettivo per i trader di lungo termine? Per evitare le minacce insite nell'Hft, è necessario studiarne meglio i meccanismi e introdurre regole intelligenti per salvaguardare il ruolo dei mercati finanziari.

 

Acquista il fascicolo