Mensile dell'
Associazione
Bancaria
Italiana


anno 100
 

Archivio sommari » Bancaria - febbraio 2014

Bancaria - febbraio 2014

Gli impatti attesi di Solvency 2: the perfect storm?

di Giampaolo Gabbi, Raoul Pisani, Simona Cosma
Il 1° gennaio 2016 entrerà  in vigore la direttiva Solvency 2 destinata ad avere un impatto determinante sulle imprese di assicurazione, in quanto metterà  in luce la loro capacità  di adeguamento al cambiamento...
Con la legge di stabilità  approvata a dicembre 2013 è stata modificata, per le banche e gli altri intermediari finanziari e assicurativi, la disciplina del regime Ires e Irap delle rettifiche e delle perdite su crediti
Il modello tradizionale dell'intermediazione creditizia – fondato sulla concessione del credito finanziato dalla raccolta di depositi, dei quali una parte rilevante ha funzione monetaria, e di obbligazioni...

La ristrutturazione delle banche europee

di Giancarlo Durante, Luigi Prosperetti
Le banche italiane si stanno muovendo nella stessa direzione di quelle europee, perchà© operano le medesime forze del cambiamento: la necessità  di rafforzamento patrimoniale, la riorganizzazione del network come conseguenza...
La crisi del debito sovrano ha ulteriormente posto sotto pressione l'equilibrio economico delle banche italiane, agendo sia sulla liquidità  che sul costo e sui volumi di raccolta e prestiti
La direttiva comunitaria in materia di antiriciclaggio presenta eccessi e carenze che, anche se giustificate dalla complessità  della materia, vincolano le norme nazionali di recepimento

L'applicazione del principio di proporzionalità  nel nuovo Sistema dei controlli interni bancari

di Emanuele Diquattro, Sebastiano Mazzù, Giuseppe Vaccarella
Come classificare le banche in base al principio di proporzionalità  richiamato nella nuova disciplina sul Sistema dei controlli interni? Applicando la metodologia di classificazione Drsa a un significativo campione di banche italiane...
 

L'articolo di oggi è...

di Giuseppe De Rita - Territorio, banca, sviluppo. I sistemi territoriali dentro e oltre la crisi