Mensile dell'
Associazione
Bancaria
Italiana


anno 73
 

Archivio sommari » Bancaria - Settembre 2020 » La product intervention dell'Esma sul mercato dei Cfd: impatti per gli investitori retail e per l'industria

La product intervention dell'Esma sul mercato dei Cfd: impatti per gli investitori retail e per l'industria

di Massimo Giorgini, Joshua Ogie Olowu
Settembre 2020 - n. 9
Keywords: Esma, product intervention, contracts for difference
Jel codes: G15, K22

Con decorrenza gennaio 2018, il regolamento MiFir ha conferito ai regolatori nazionali le competenze per adottare misure restrittive o volte a limitare determinate attività e pratiche finanziarie relative al marketing, alla distribuzione e alla vendita di strumenti finanziari, altresì fornendo all’Esma la competenza di coordinare e facilitare dette misure a livello nazionale a salvaguardia del level playing field regolamentare. Tuttavia, l’Esma dipende dalle autorità nazionali competenti per attuare atti di product intervention permanenti attraverso i poteri conferiti dall’articolo 42 del MiFir. Il contributo ha l’obiettivo di presentare l’evoluzione della framework regolamentare, di evidenziare gli impatti per i distributori degli strumenti finanziari destinatari della product intervention, di suggerire possibili sviluppi a livello di policy.

 

Acquista il fascicolo