Mensile dell'
Associazione
Bancaria
Italiana


anno 73
 

Archivio sommari » Bancaria - Giugno 2020 » Pochi figli e conti in rosso. La trappola demografica dopo il Covid-19 in Italia

Pochi figli e conti in rosso. La trappola demografica dopo il Covid-19 in Italia

di Letizia Mencarini
Giugno 2020 - n. 6
Keywords: Andamento demografico, economia, Covid-19
Jel codes: J10, J11, I10

La situazione demografica italiana è caratterizzata negli ultimi anni da un calo continuo delle nascite, da un elevato numero di decessi e da un saldo migratorio positivo contenuto, che hanno portato alla contrazione della popolazione. La bassa fecondità perdura ormai da un trentennio e ha come principale conseguenza l’invecchiamento della popolazione. Proprio lo squilibrio intergenerazionale si preannunzia come un’importante sfida per la società italiana e il mercato del lavoro dei prossimi anni. In azione c’è una «trappola demografica», per la quale i pochi figli del passato, che sono i genitori di oggi, in calo numerico e sempre più avanti con gli anni, producono le poche nascite attuali, vincolando al ribasso anche quelle future. Il timore per l’Italia post Covid-19 è quello di un’ulteriore riduzione della fecondità provocata dalla maggiore incertezza economica e sociale, che potrebbe spingere molti potenziali genitori a rimandare la decisione di avere figli, se non a rinunciarvi.

 

Acquista il fascicolo